Di sicuro il mondo degli obiettivi delle nostre fotocamere digitali è davvero vasto ormai e offre una serie di infinite possibilità e diversi valori, come ad esempio l’apertura del diaframma e la lunghezza focale. Sicuramente però per quanto sconfinato il mondo degli obiettivi può essere in ogni caso diviso in due gruppi ben definiti: gli obiettivi zoom e gli obiettivi fissi, o meglio potrete trovali anche descritti come a focale fissa. Questo secondo gruppo ci offre una serie di possibilità più vaste di quante si possano pensare. L’assenza di uno strumento che possa avvicinare artificialmente il soggetto della nostra fotografia costringe essenzialmente il fotografo di turno a rivalutare molti aspetti al momento dello scatto, offrendo una nuova prospettiva.

La lunghezza focale di un sistema ottico di un obiettivo in questo caso è ciò che contraddistingue un obiettivo dall’altro. La lunghezza focale perciò viene data dalla distanza che si interpone tra il centro ottico, ossia la lente installata all’interno dell’obiettivo, e il punto in cui viene proiettata la luce. Ovviamente nel caso di fotocamere digitali parliamo di sensore. Quindi la lunghezza focale serve a modificare il campo focale, lo spazio dell’inquadratura che viene correttamente messa a fuoco. Oltre a indicare il campo focale, stabilisce anche l’angolo di campo, perciò la porzione di spazio posta davanti all’obiettivo che rientra nel campo visivo della fotocamera.

Gli obiettivi normali ci possono offrire una porzione di inquadratura che rispecchia la normale visone umana: quindi la forbice oscillerà tra i 40 e i 60 gradi. Inoltre presentano quindi una maggiore lunghezza focale. I teleobiettivi o obiettivi super tele sono caratterizzati da grandi lunghezze focali e anche da un campo di inquadratura inferiore ai 45 gradi che causa quindi un ingrandimento della porzione di spazio inquadrata.

L’utilizzo di un’ottica a focale fissa ci porta una serie di limitazioni, questo occorre ricordarlo. In primo luogo non avremo lo zoom e quindi ci costringe a muoversi in prima persona per poter ottenere la messa a fuoco. Inoltre c’è la possibilità che le nostre foto subiscano una serie di distorsioni: infatti le lenti a focale fissa delle nostre fotocamere digitali tendono ad essere di formato grandangolare, e causano la distorsione dei bordi dell’inquadratura. Questi obiettivi pongono perciò in maniera tangibile una serie di limitazioni riguardo la composizione dello scatto, dato che occorre adattare l’inquadratura alla presenza di eventuali elementi di disturbo. Se però volete sapere per cosa sono ottimi gli obiettivi fissi e come usarli al meglio, cliccate sul link https://fotocameredigitalimigliori.it