Se cerchiamo la tipologia più adatta di panca per il fitness specifica per le nostre esigente occorre innanzitutto stabilire quali sono all’effettivo i nostri obiettivi, perciò lo scopo che si desidera raggiungere con l’utilizzo di una panca fitness. Occorre poi individuare ed esaminare, nelle loro caratteristiche, le diverse e varie tipologie di panche disponibili in commercio. Non sono infatti assolutamente tutte uguali: le più semplici sono in genere pensate e finalizzate alla sola tonificazione degli addominali, ma ne abbiamo molte altre invece, le cosiddette panche multifunzione, che offrono una più vasta rosa di esercizi eseguibili, in virtù di una serie di meccanismi che permettono di regolare l’inclinazione della spalliera e della seduta.

Diciamo che il modello standard cui siamo abituati è la cosìdetta panca piana È il modello più semplice, che è effettivamente adatto sia ai bodybuilders che ai principianti. In buona sostanza è caratterizzato da telaio in acciaio e una superficie in pelle sintetica. Lo troviamo sempre presente in ogni palestra, utilissimo anche per un allenamento casalingo. Sicuramente è uno strumento che viene molto utilizzato dalle persone che intendono tonificare la zona dei muscoli pettorali.

Diciamo che la panca fissa invece non è fra le più scelte, di solito perché offre minori possibilità di esercizio, consentendo di utilizzare solo un piano orizzontale. Tuttavia la troviamo comunque disponibile in commercio in diversi modelli, sia con porta bilanciere ad esempio, sia con gli appositi appoggi extra o rack incorporati, di costo superiore rispetto al modello base è ovvio. Sicuramente fra i modelli preferiti in genere troviamo la panca inclinabile, che viene fornita come la precedente, di un insieme di supporti particolari per il bilanciere, è più robusta e duratura, oltre che più completa, dato che prevede un piano di lavoro non orizzontale ma a 45°: Gli esercizi che si possono fare questa panca interesseranno sì maggiormente la zona alta del petto, ma coinvolgeranno anche i deltoidi durante la spinta.

E’ importante prestare attenzione anche a determinate caratteristiche strutturali di tutte queste tipologie di panche. Innanzitutto l’altezza da terra deve essere di 40-45 cm: una panca troppo alta può risultare infatti scomoda, in quanto non consente in pratica un buon appoggio con i piedi sul pavimento, mentre una troppo bassa ci causa gambe eccessivamente contratte, con conseguente eccessiva fatica nel sollevamento dei pesi. Per conoscere tutte le altre caratteristiche, vi consiglio di consultare la guida che troverete sul sito www.panchefitness.it.